giovedì 22 febbraio 2018

Aria di primavera...sciogli collo e spalle

Anche se le previsioni di questa terza decade di febbraio annunciano neve in arrivo anche in pianura, nelle ore meno fredde della giornata si sente già l'aria di primavera che porta con sé la voglia di alleggerirsi dagli abiti pesanti e scoprirsi, esponendosi a quel vento traditore che colpisce collo e spalle.

In questo blog voglio darti alcuni suggerimenti per sciogliere il collo e le spalle già caricate dalle tensioni invernali.


Inizio presentandoti il trapezio (clicca per i riferimenti anatomici) che è il muscolo più grande del collo e della parte alta della schiena:  ha origine alla base della testa, all'occipite, si aggancia alle scapole nel margine superiore e scende come uno scialle sul torace fino alla 12° vertebra toracica, a livello della bocca dello stomaco.

Il trapezio si carica di molte tensioni perdendo elasticità e lunghezza,   dando origine a compressioni e dolori a carico delle articolazioni interessate: in particolare vertebre cervicali e toraciche, spalle.
Molti mal di testa e di collo sono di origine muscolo-tensiva e si possono risolvere rendendo il trapezio più elastico.

Come? Prenditi un breve tempo per sperimentare le strategie che ti propongo di seguito.

1) Sorridi di più e fallo anche se non ne hai motivo. Le spalle e con esse tutti i muscoli del corpo si caricano di troppa seriosità.
Chiudi gli occhi per un momento e osserva cosa accade nei tuoi muscoli e in tutto il tuo corpo quando passi da un atteggiamento serioso e imbronciato e quello sorridente. Pura magia: stimoli immediatamente la produzione delle sostanze del benessere, le endorfine che hanno un grande potere decongestionante e rilassante.
Nota che mentre sorridi non puoi stringere la mandibola!
Quindi primo allenamento: sorridi più che puoi per attingere alle tue risorse interne di benessere!

2) Massaggiati il trapezio alle spalle: prendi con mano sinistra il trapezio a livello della spalla destra, vicino al collo, stringilo come se fosse una spugna da svuotare dall'acqua e poi rilascialo per una decina di volte. Spostati anche verso il braccio e rendilo più morbido col tuo massaggio.
Trattieni il trapezio nella mano e muovi la spalla in su e giù e poi in movimenti circolari in un senso e poi nell'altro, il braccio resta abbandonato al fianco.
Prima di massaggiare anche la spalla sinistra, ascoltati, nota le differenze nei due lati del corpo e guadati allo specchio.
Che sensazione stai provando?
Che cosa è successo?

3) Massaggiati il trapezio al collo: prendi nella mano il trapezio a livello del collo, stringilo come se fosse una spugna da svuotare dall'acqua e poi rilascialo per una decina di volte. Ripeti con l'altra mano. Ora prendi nella mano il trapezio e trattienilo come si fa con i gatti, sorridi e fa il cenno del si ancora per una decina di volte e poi disegna cerchi col naso in entrambi i sensi, orario e antiorario. Ripeti con l'altra mano.
Nota tutti i cambiamenti e ricordati di prenderti spesso cura del tuo trapezio che, se guardi bene, è fatto come uno zaino o meglio come una gerla troppo piena.

Mani, trapezio e sorriso sono con te per tutto il tuo tempo. Sfrutta brevi momenti per scaricare le tue fatiche così!
Difficile? Brigoso? Impegnativo? o Facile? Possibile? Piacevole?
Scegli tu!

Attendo i tuoi risultati!
Gloria Spiritelli



www.metodoreme.it  per tutte le iniziative. Scarica la guida "Movimenti facili" e i miei audio.
gloria.spiritelli@metodoreme.it



giovedì 15 febbraio 2018

La salute dai piedi alla testa!

Nel post della scorsa settimana ti ho lasciato un audio nel quale ti ho guidato in un semplice massaggio ai piedi. Un toccasana da praticare al mattino per preparasi alla giornata e, alla sera per scaricare la fatica accumulata.
Com'è andata? Hai verificato quali benefici puoi avere in pochi minuti?
Non hai avuto tempo? Ti voglio ricordare  che il tempo è frutto di una scelta, delle tue priorità... e pensaci un momento...  Puoi modificare le tua scaletta?

Ci dimentichiamo dell'importanza dei nostri piedi e quanto il loro benessere influenzi la stabilità psico fisica, la postura, la circolazione sanguigna e il funzionamento di tutti gli organi.
Scarpe dalla pianta stretta che costringono le dita ad unirsi, tacchi troppo alti che modificano l'appoggio fisiologico del piede, portano ad equilibrio instabile che si ripercuote sulla postura di tutto il corpo e sul movimento che carica di ulteriore fatica le nostre giornate.
Le dita si contorcono e si uncinano. La schiena e la zona lombare irrigidita da posture di compenso, manifesta dolori e ernie discali.

Françoise Mézières, nella sua "Rivoluzione della ginnastica ortopedica" del 1949 sosteneva che i muscoli sono concatenati uno all'atro e sovrapposti come le tegole di un tetto e che una tensione e un accorciamento in una zona del corpo determina effetti in tutto il corpo.
Di conseguenza la distensione dei muscoli contratti determina miglioramento in tutto il corpo.

Da vent'anni osservo le persone che decidono di intraprendere un percorso col Metodo REME che si avvale delle scoperte di Françoise Mézières.  Il loro conquistato benessere e i risultati ottenuti confermano la genialità della visione del corpo di questa donna, troppo ignorata dal mondo dello sport e dalla medicina ufficiale.

Ogni sessione di Metodo REME inizia con un riequilibrante massaggio ai piedi che prepara il corpo alle successive sequenze di distensione e tonificazione muscolare che consentono di ritrovare in modo facile e senza fatica Respiro Elasticità Mobilità Energia.

Se non l'hai ancora fatto scarica l'audio "Sciogli i tuoi piedi" qui.

Attendo i tuoi feedback qui sotto o a info@metodoreme.it

Buona elasticità!

Gloria


Per approfondire visita il sito www.metodoreme.it e iscriviti alla newsletter
Acquistalo qui




venerdì 9 febbraio 2018

Al post!

Ho da poco festeggiato il mio compleanno e voglio condividere con te ciò che ho imparato in questi primi 60 anni di vita e le soluzioni che ho trovato per vivere la vita che desidero.

Da molti anni mi occupo di elasticità muscolare e ho imparato e conoscere il corpo e ad amarlo per tutte le possibilità che mi offre e per tutti i segreti che custodisce.

Il metodo che ho elaborato nasce da esperienze personali, ricerche e formazioni nell'ambito delle discipline olistiche e naturali dalle quali ho estratto le strategie più facili, efficaci, economici e alla portata di tutte le persone, per mantenere i muscoli elastici e il corpo in salute.

Ho scritto un ebook "Sciogli il tuo corpo" che parla del mio lavoro che potrà esserti utile per iniziare ad occuparti di te poco alla volta con il metodo REME.
Ti lascio la mia voce per un facile esercizio che attiverà la tua energia!
Scarica l'audio "Sciogli i tuoi piedi" qui   procurati solo una pallina di gomma o da tennis.

Iscriviti alla mailing list qui riceverai altri audio!

     
Al prossimo post!

Elasticità e vitalità
Gloria